Adesso

adesso_chiara scattina

Sveglia comprata in un mercatino dell’usato a San Pietroburgo, lo scorso Febbraio.

Ieri pomeriggio, vagabondando su internet e saltando da un link ad un altro come sono solita fare, mi sono imbattuta in un’iniziativa che ho trovato subito allettante e illuminante! Che poi a ripensarci bene è una tecnica che uso già con i miei pazienti quando voglio si focalizzino su un obiettivo da raggiungere,ma non l’ho mai messa in pratica in prima persona. In cosa consiste? Nel trovare la propria parola dell’anno.

Nel mio post sul 2016 vi raccontavo che non credo nei buoni propositi e che mi (e ti) auguro la felicità delle piccole cose, ma questa cosa dello scegliere una parola che ci guidi per tutto l’anno, che ci ricordi l’impegno che ci siam presi con noi stessi, che ci aiuti ad aggiustare il tiro quando è necessario o a darci un smossa (sotto forma di pizzicotto o di pacca sulla spalla immaginaria) quando ci stiamo facendo prendere dalla pigrizia o dalla stanchezza… mi piace proprio tanto!

Per trovare la mia son partita da uno dei miei più grandi e “invalidanti” difetti. Faccio outing: sono la regina della procrastinazione!! Rimando a oltranza tutto il rimandabile e finisco col fare in mezz’ora le cose che avrei potuto fare tranquillamente in quattro. Anche questa mia “casetta virtuale” è stata vittima della mia ormai collaudata Arte del Rimandare. E’ un punto debole che stride con altri miei caratteri distintivi (come la puntualità e l’efficienza), ma è così: dentro di me c’è anche un Bianconiglio sempre in corsa contro il tempo!

L’illuminazione è arrivata guardando la tazza che contiene il dentifricio e gli spazzolini. Dico davvero! E’ una tazza letteraria, di quelle con su scritte citazioni, e nello specifico:

Qualunque cosa tu voglia fare, o sognare di fare, incominciala. Incominciala adesso. L’audacia ha in sé genio, potere, magia. Johann Wolfgang von Goethe

E io voglio che la mia parola per il 2016 sia ADESSO. Stamattina ho googlato la parola e vedendo che Renzi l’ha usata per le sue primarie del 2012 ho quasi avuto un ripensamento, ma poi ho pensato che è usata in molti slogan come “il nostro tempo è adesso”,”la vita è adesso”, “il futuro è adesso” e sono concetti che condivido, soprattutto in un momento storico in cui la psicosi da attentati terroristici rischia di paralizzarci in una non-vita…in questo mi sento già sulla buona strada e sarà la parte facile della mia convivenza con questa parola.  Che si tratti di un viaggio, un abbraccio, un progetto fotografico, una cosa da dire, un desiderio da realizzare, seguirò il consiglio del buon Goethe.

La vera sfida che lancio a me stessa è quella d’imparare ad organizzarmi meglio e a pianificare con più cura impegni domestici, lavorativi e personali, senza rimandare all’ultimo minuto! Riuscirò a dirmi: “Dai Chiara, fallo adesso!” e a rispondermi: “Certo baby!” Non garantisco, ma ci proverò.  [Mi riservo però la facoltà di procrastinare all’infinito il momento in cui, la domenica mattina, ci si toglie il pigiama!]

E tu? Stai già pensando alla tua parola dell’anno? Quale potrebbe essere?

5 pensieri su “Adesso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.