Un 2017 da esplorare

15857581_10210438317708533_1258895039_o

Catania, 5 Gennaio 2017

Ed eccomi qui, pronta a scrivere il primo articolo del 2017. Se avete letto i miei auguri per il 2016 sapete già che non credo nel passaggio da un anno “vecchio” ad uno “nuovo”, ma voglio comunque farvi e farmi degli auguri (che si sommano a quelli del 2016). Continua a leggere

Come arredare con le foto. Ecco un’idea: la gruccia-cornice

csc_2177web

Catania, 22/12/2016

Ecco il terzo (e per quest’anno ultimo) appuntamento con la rubrica How-To dedicata all’importanza di stampare le fotografie.

Ti ho già parlato dei Tonki, poi dei pannelli di poliplat ed oggi ti presento delle grucce/cornici/espositori presenti in commercio (hanno un nome svedese, e ho detto tutto!) ma che io mi sono “divertita” a creare in casa. Continua a leggere

Ogni posto è una miniera. Basta scavare

chiarascattina

Catania, 6 Dicembre 2016

Ogni tanto torno ad usare questo blog come fosse un diario e va bene così, perchè io sono così. Non voglio “vendervi” niente, voglio semmai che mi conosciate. Continua a leggere

Come arredare con le foto. Ecco un’idea: i pannelli

chiarascattina

Ecco qui, come promesso, il secondo appuntamento con la rubrica how-to che ho deciso di dedicare all’importanza di stampare le fotografie.

Oggi ti presento un altro modo per riempire la tua casa di foto e parto da lontano, raccontandoti una storia. Continua a leggere

Come arredare con le foto. Ecco un’idea: i Tonki

tonki10_chiarascattina

Bentrovati!

Con questo articolo do il via ad una piccola rubrica How-To che ho deciso di dedicare all’importanza di stampare le fotografie, anche se non si è grandi fotografi e non si ha l’esigenza o l’abitudine di farlo o se quest’abitudine si è persa con l’avvento del digitale. Continua a leggere

Il coraggio di camminare sul filo

redbull_chiarascattina

Sabato sera ho assistito ad un evento organizzato dalla Red Bull. Consisteva nel camminare e fare delle evoluzioni su dei cavi tesi tra un  palazzo ed un altro del centro storico di Catania senza alcuna imbracatura (chi mi segue anche su ••Instagram stories•• ne avrà visto un assaggio). Era una vera e propria gara perchè questi atleti sono stati valutati da una giuria per quel che facevano (si tratta di una competizione internazionale di slacklining freestyle, mica pizza e fichi) , ma agli occhi di noi spettatori erano TUTTI incredibilmente bravi ed incredibilmente folli! Continua a leggere

Occhi negli occhi. Piccole storie a “6 zampe”.

© Chiara Scattina_Io e Ivette

Oggi facciamo che questa è la pagina di un diario o il foglio bianco di una lettera. Una di quelle pagine su cui si scrive per tenere stretti i ricordi.  Continua a leggere

Lampedusa, porta d’Europa

Lampedusa31_chiarascattina

Lampedusa è un incanto.

D’immagini “da cartolina” che la ritraggono al massimo del suo splendore è stracolmo il web e non saranno di certo le mie a fare la differenza. E allora qui, dopo queste settimane di assenza, provo a raccontarti un’altra storia.

Sai… mentre navighi su quel mare da sogno, così limpido, così cristallino, non puoi non ritrovarti a pensare ai tanti che viaggiano “in direzione ostinata e contraria” su quello stesso Mare Nostrum. Continua a leggere

Ridisegnarsi

Ridisegnarsi_chiarascattina8

“Ridisegnarsi” è un’idea.

Un’idea proposta come fosse un gioco ed accolta con entusiasmo dai bambini del mio laboratorio fotografico.

Un’idea semplice. Volti bianchi e neri, colori per face painting bianchi e neri, pennelli e… briglie sciolte alla fantasia.

Un’idea che può essere declinata in altri mille modi e che sarà ogni volta diversa, se a realizzarla saranno occhi, mani e cuori diversi. Continua a leggere

Voglia di vagabondare? Ti porto nelle Filippine

trasporti_chiarascattina0787

Sarà che mi manca viaggiare – perchè da questo mio viaggio nelle Filippine sono già passati 3 mesi – e avevo voglia di immergermi di nuovo in queste atmosfere.

Sarà che una delle cose che più mi ha colpito mentre stavo lì è stata la varietà di mezzi di usati per gli spostamenti (su tutti: jeepney, tricycle, van, pullman, taxi, barche a bilanciere e kayak)  e quindi ho voluto raccontarli e ricordarli anche attraverso le fotografie. Anche perchè -come dice giustamente Erol Ozan – non si può capire una città senza utilizzare il suo sistema di trasporto pubblico. Continua a leggere